Events, food, experiences for an unforgettable trip to Italy

Campania

La Campania è la regione della pizza, del mandolino e della tarantella e con queste immagini  è il simbolo dell’italianità all’estero. Si trova nel Sud Italia, si affaccia sul Mar Tirreno e confina con il Lazio, il Molise, la Puglia e la Basilicata.
Napoli è il capoluogo di Regione. Le altre province sono Avellino, Benevento, Caserta e Salerno.

Tarantella
Tarantella

Napoli è la città del Vesuvio, di San Gennaro, della tradizione popolare canora da Carosone a Nino D’Angelo, e di grandi attori come Totò, Sofia Loren, Massimo Troisi.
Da non perdere la visita del centro storico, Patrimonio UNESCO dell’Umanità, e del Duomo dove sono conservate le reliquie di San Gennaro, l’amatissimo protettore della città.
Sul lungomare del Golfo di Napoli, sovrastato dal Vesuvio, si trova il famoso Castel dell’Ovo, di fronte al quartiere di Mergellina. Napoli è una grande città d’arte e cultura, il suo Museo Archeologico è uno dei più importanti al mondo per numero di reperti greco-romani, mentre a Palazzo Reale di Capodimonte, le Gallerie Nazionali ospitano opere di TizianoRaffaello, Correggio, Masaccio, Mantegna e Caravaggio.

Anche le altre città della Campania hanno grandi bellezze da offrire.

Caserta è situata con sua provincia nella cosiddetta Terra di Lavoro, una vasta zona , dal clima mite e ricca di bellezze naturali che sconfina in Lazio e Molise. Imperdibile una visita al Palazzo Reale, meglio conosciuto come Reggia di Caserta, seconda per splendore solo a Versailles, progettata da Luigi Vanvitelli nella seconda metà del ‘700. La Reggia di Caserta è un imponente edificio in stile Neoclassico immerso in un maestoso parco di oltre 100 ettari abbellito da fontane, vere e proprie opere d’arte, tra cui le più famose sono quella di Margherita e quella dei Delfini. Giochi d’acqua fiabeschi e altri particolari suggestivi come la Grotta dei Venti vi lasceranno senza fiato!

Salerno è una città dinamica, con un porto molto attivo e un centro storico medievale di grande interesse. Nella cripta del  Duomo è sepolto San Matteo che i salernitani festeggiano il 21 Settembre. La città è affacciata sull’omonimo golfo e la sua provincia comprende anche la Costiera Amalfitana (Positano, Ravello, Vietri, ecc) e il Cilento (Palinuro, Castellabbate) con il suo famoso Parco.

A Benevento si trovano numerose testimonianze della civiltà romana, tra cui l’Arco di Traiano ed i resti dell’antico teatro; la città è anche famosa per il liquore Strega,  prodotto con più di 70 erbe e spezie. Il nome è ispirato da una antica leggenda che vuole Benevento come il ritrovo di tutte le streghe del mondo

Avellino è un importante polo industriale, ma anche città di bellezze architettoniche, di eventi folkloristici come il Carnevale, e della prelibata nocciola avellana che viene raccolta nel florido entroterra.

PATRIMONI DELL’UMANITA’ UNESCO IN CAMPANIA
Napoli: il centro storico
Amalfi: la Costiera Amalfitana
Pompei, Ercolano e Torre Annunziata: le aree archeologiche
Caserta: la Reggia, il parco, San Leucio e l’acquedotto Vanvitelliano
Cilento: il Parco Nazionale e il Vallo di Diano, Paestum, Velia e la Certosa di Padula
I Longobardi in Italia, i luoghi del Potere (568-774D.C.): la chiesa di Santa Sofia (BN)

CITTA’ D’ARTE IN CAMPANIA
Napoli

I BORGHI PIU’ BELLI D’ITALIA IN CAMPANIA
In provincia di Avellino:
Monteverde (il nido della cicogna nera)
Nusco (dove l’Irpinia sembra la Svizzera)
Savignano Irpino (un rifugio accogliente nella Valle del Cervaro)
Zungoli

In provincia di Benevento:
Montesarchio
Sant’Agata de’ Goti (la città sannita sul costone di tufo)

In provincia di Salerno:
Albori (un bianco avamposto di paradiso)
Atrani (un breve sorriso di case sulla costiera)
Castellabate (nella luce del Cilento)
Furore (il paese che non c’è)
Marina di Conca (scalinatelle e sfogliatelle)

I BORGHI AUTENTICI D’ITALIA IN CAMPANIA
In provincia di Salerno:
Casalbuono
Tramonti

BENI DEL FAI IN CAMPANIA
Baia di Ieranto (Massa Lubrense – NA – 1987)

 

PERSONAGGI FAMOSI DELLA CAMPANIA

Nel 1873 nasce a Napoli Enrico Caruso, considerato ancora oggi il “tenore per eccellenza”. E sempre a Napoli muore nel 1921 dopo aver girato il mondo e avere cantato con enorme successo anche negli Stati Uniti. Enrico Caruso è stato il primo cantante lirico ad incidere dischi e nel 1909 ha registrato 22 canzoni napoletane. E’ stato quindi il primo a creare un ponte tra la musica lirica e la canzone popolare.

Nati a Napoli e intimamente legati alla storia del teatro napoletano sono Antonio de Curtis “Totò” (1898-1967) nato nel Rione Sanità; Eduardo De Filippo (1900-1984) e Mario Merola (1934-2006), il re della sceneggiata napoletana.
“I’m not Italian, I’m Neapolitan! It’s another thing!” è la frase che Sofia Loren (nata a Roma nel 1934, ma cresciuta a Pozzuoli) ha detto in una intervista televisiva a Barbara Walters.
Altri campani del mondo del cinema sono il regista Ettore Scola (1931-2016) nato a Trevico in provincia di Avellino, Massimo Troisi (1953-1994), definito da alcuni il “comico dei sentimenti” per la capacità di esprimere le emozioni in modo leggero, e il regista Paolo Sorrentino (1970).

Tra i cantanti: Peppino Di Capri (1939), nome d’arte di Giuseppe Faiella, nato a Capri; Massimo Ranieri (1951), nome d’arte e pseudonimo di Giovanni Calone, Pino Daniele (1955-2015), Nino D’Angelo (1957), Gigi D’Alessio (1967).

Sono di Napoli il direttore d’orchestra Riccardo Muti (1941) e lo stilista Rocco Barocco (1944), nato a Napoli, cresciuto a Ischia e diplomato Capitano di Lungo Corso a Procida prima di dedicarsi completamente alla moda.
Diventato famoso per il suo libro “Gomorra” di denuncia del malaffare napoletano è Roberto Saviano (1979)

A Napoli è nato nel 1973 Fabio Cannavaro, considerato uno dei migliori difensori nella storia del calcio italiano. È il giocatore con più presenze da capitano nella Nazionale (79).

 

Cerca eventi

Cerca Eventi

Esplora una Regione