Events, food, experiences for an unforgettable trip to Italy

Madonna che scappa – Sulmona

La Domenica di Pasqua, rievocazione di una antica tradizione religiosa.

Madonna che Scappa - Sulmona
01 Apr 2018 Abruzzo -Sulmona (AQ)  Folklore | Pasqua | Religione

La Madonna che scappa in piazza, è una festa celebrata la domenica di Pasqua (1 Aprile 2018) a Sulmona, in provincia de l’Aquila con la corsa dei portatori della statua della Madonna. L’evento è molto famoso anche all’estero, e attira a Sulmona migliaia di persone.

Le sue origini sono incerte. La Confraternita di Santa Maria di Loreto che la organizza (detti i Lauretani) conserva una fotografia del 1861, ma la tradizione potrebbe risalire al Medioevo.
La festa della Madonna che scappa rievoca l’incontro tra la Madonna e il Cristo Risorto.
Dopo la Messa celebrata dal Vescovo nella Chiesa di Santa Maria della Tomba, la processione della Confraternita della Madonna di Loreto sfila per le vie della città.
In testa spicca lo stendardo verde della Confraternita seguito dai confratelli con i lampioncini, le statue del Cristo risorto e dei santi Giovanni e Pietro.

La statua del Cristo risorto sta su un baldacchino che viene deposto all’ingresso della piazza, sotto l’arco centrale dell’Acquedotto Svevo. All’altra estremità della piazza arriva la statua della Madonna, vestita a lutto e in attesa dei due Apostoli Giovanni e Pietro.
La statua di San Giovanni si avvicina alla statua della Madonna simboleggiando l’annuncio della resurrezione del Figlio.
Secondo la leggenda la Madonna all’inizion non crede alla notizia e San Giovanni torna da San Pietro nella speranza che possa credere a lui.
Nella tradizione di Sulmona, Pietro è na n’zegna fauzone  (un bugiardo, con riferimento ai 3 rinnegamenti “prima che il gallo canti”) e quindi Maria crede ancora meno a San Pietro.
Ma San Giovanni fa un altro tentativo e finalmente la Madonna accetta di seguire gli Apostoli nella chiesa di San Filippo. All’uscita Maria riconosce il Figlio Risorto e improvvisamente il manto nero e il fazzoletto della Madonna vengono sollevati con un complicato e segreto meccanismo di fili, conosciuto solo dalla confraternita e dalla famiglia d’Erasmo.

Il momento è emozionante perché fa ammirare il vestito verde ricamato d’oro della Vergine, su cui spicca una rosa rossa. Intanto si alzano in volo 12 colombe.
A mezzogiorno in punto, la Madonna inizia la sua corsa per incontrare il Cristo, accompagnata dalla note della banda, dagli applausi della folla e dallo sparo dei mortaretti. Quando arriva davanti al Cristo il momento è toccante e i confratelli si abbracciano e si commuovono.

Tradizione vuole che se la sequenza delle fasi della festa della Madonna che scappa scorre senza ostacoli l’anno sarà propizio; al contrario, se qualcosa non funziona, si prevedono sventure o calamità naturali.
La peggiore premonizione si ha in caso di caduta della statua della Madonna durante la corsa.
A Sulmona ricordano che nel 1914 e nel 1940 si sono verificate delle cadute, preludio delle successive guerre.