Eventi, cibo, esperienze per un indimenticabile viaggio in Italia

Artisti in Piazza – Pennabilli

Fino al 21 agosto 2021 a Pennabilli il Festival Internazionale di Arti performative

Artisti in Piazza Festival - Emilia Romagna
12 Giu 2021 - 21 Ago 2021 Emilia-Romagna -Pennabilli (Rimini)  Arte/Cultura/Storia | Bambini | Festival

La 25a edizione di Artisti in Piazza, il Festival Internazionale di Arti Performative di Pennabilli, in provincia di Rimini, adotta una formula nuova spalmando il ricco programma sui tre mesi dell’estate – dal 12 Giugno al 21 Agosto 2021 – invece che concentrarlo in pochi giorni, come nelle edizioni precedenti.

Il busker festival di Pennabilli è diventato uno dei più importanti e più longevi tra i numerosi festival che stanno nascendo in Italia e tra gli artisti di strada la partecipazione è considerata un attestato di successo.

La città di Pennabilli diventa così la capitale dell’arte e dello spettacolo di strada con numerose compagnie internazionali e repliche di spettacoli, concerti e performance da tutto il mondo.

Quasi tutte le discipline artistiche
di strada sono rappresentate e si esibiscono nelle vie, piazze, vicoli e giardini del centro storico e nel prezioso contesto naturale e paesaggistico dell’antico borgo della Valmarecchia.

Un programma ricco, che conta più di venti appuntamenti, tra cui il Teatro dei Venti, Alessandro Serena, Andrea Loreni, i Kamchàtka, il Duo Bucolico, il Teatro Patalò, Max Manfredi e Federico Sirianni e molti altri, con vere star internazionali.

Molti spettacoli di Artisti in Piazza sono gratuiti, altri a pagamento
Tutti hanno posti limitati e prenotazione obbligatoria.
Per quelli gratuiti, scrivere una mail indicando nome e cognome dei partecipanti e un numero di telefono.
I biglietti per tutti gli eventi a pagamento sono acquistabili online>>>

Vedi il programma 2021>>>

CURIOSITA’
– Pennabilli, un gioiello dell’alta Valmarecchia quasi al confine con le Marche,  è il paese dei Luoghi dell’Anima di Tonino Guerra, poeta, scrittore e sceneggiatore di Amarcord e di E la nave va per il conterraneo Federico Fellini.
– Il Raviggiolo – Questa zona, il Montefeltro, è anche conosciuta per la produzione del Raviggiolo, caratteristico formaggio bianco fresco, indicato da Artusi nel suo manuale come ingrediente base del ripieno dei famosi cappelletti romagnoli o dei ravioli. È da consumare appena fatto, non oltre i 5 giorni, per questo anticamente era un formaggio invernale, prodotto solo da ottobre a marzo.
È ottimo con verdure fresche, in insalate, come condimento per la pasta, con la piadina e un filo d’olio.

Quali sono i piatti tipici della cucina dell’Emilia Romagna? >>>
E i vini? Segui il link>>>

Foto dalla pagina Facebook dell’evento

Sei in Emilia Romagna? Scopri quali sono gli altri festival in programma quest’estate>>>

Per  saperne  di più  >>>