Eventi, cibo, esperienze per un indimenticabile viaggio in Italia

Giardino botanico Alpinia – Stresa

Da Aprile a Ottobre. Uno dei primi giardini botanici alpini in Italia: più di 1000 specie di piante

Giardino Botanico Alpinia - Stresa
Aprile - Ottobre Piemonte -Alpino di Stresa  Esperienze | Hobby | Natura

Il Giardino botanico Alpinia è un’area verde di circa 40.000 mq che si trova nella località Alpino, una frazione di Stresa ed è uno dei primi giardini botanici alpini in Italia.

Situato sulle pendici del Mottarone, il giardino si affaccia sulla riva occidentale del Lago Maggiore e ospita più di 1.000 specie di piante montane provenienti dalla fascia alpina e subalpina, dal Caucaso, dalla Cina e dal Giappone.

Il Giardino è stato ideato da Igino Ambrosini (1883-1955) importante agronomo che ha trasformato e ampliato un semplice pascolo di 12000 mq in una vasta area botanica di grande interesse e che lo ha inaugurato nel 1934

Il belvedere sul Lago Maggiore è un vero e proprio balcone naturale dove potersi rilassare restando in contatto con la natura. In questo punto panoramico si trova la Capanna Belvedere, dove sono posizionate delle comode e strategiche panchine per riposarsi e godere dell’incantevole vista.

Il percorso del Giardino Alpinia è circolare: partendo da sinistra i visitatori passano prima per il bosco, mentre partendo da destra attrversano il giardino fiorito e accedono direttamente alla vista panoramica.
A metà percorso si trova una sorgente di acqua oligominerale naturale proveniente dalla vetta della montagna Mottarone.

Giardino Botanico Alpinia - Piemonte
Genziana

Il fiore simbolo del Giardino Alpinia è la Genziana, fiore alpino dal caratteristico colore blu violaceo.

Un’ottima occasione per trascorrere una giornata in completa tranquillità e scoprire tanti tipi di piante e fiori circondati dal panorama mozzafiato del Lago Maggiore.

Ingresso a pagamento

Orari di apertura:
Dal 1° aprile al 9 ottobre, dalle 9.30 alle 18.00

Visita anche la pagina Facebook del giardino

Curiosità
Igino Ambrosini ha legato il suo nome anche a un’altra iniziativa, piuttosto curiosa. Nato in una famiglia di ombrellai, ha iniziatato a cercarne anche di antichi e a collezionarli dando vita, a Gignese, al
Museo dell’Ombrello e del Parasole >>>
Se sei a Stresa, vale la pena visitarlo!

Per  saperne  di più  >>>