Eventi, cibo, esperienze per un indimenticabile viaggio in Italia

Il Giardino dei Tarocchi – Capalbio

Aprile-Ottobre. Le statue degli Arcani Maggiori in un giardino dal fascino esoterico.

Il Giardino dei Tarocchi - Toscana
Aprile - Ottobre Toscana -località Garavicchio (Capalbio)  Arte/Cultura | Bambini | Natura | Visita

Orari di apertura:
Dal 1° aprile al 15 ottobre, da lunedì alla domenica dalle 14:30 alle 19:30

Accessi scaglionati per garantire il distanziamento interpersonale
La PRENOTAZIONE non è necessaria ma è CONSIGLIATA  per evitare code.
Per prenotare
inviare una mail >>>
E’ OBBLIGATORIO arrivare muniti di MASCHERINA
_______

Il Giardino dei Tarocchi è un parco artistico di 2 ettari che si trova nella Maremma toscana in località Garavicchio, frazione di Capalbio (Grosseto), vicino a Pescia Fiorentina .

Il parco è stato ideato e realizzato dall’artista franco-statunitense Niki de Saint Phalle ed è famoso per le 22 statue gigantesche e grottesche ispirate agli Arcani Maggiori dei Tarocchi.rendendo il giardino un luogo simbolico e di fascino esoterico.

L’artista è stata sicuramente influenzata dal Parque Guell di Barcellona di Antoni Gaudí  e dal Parco dei Mostri di Bomarzo (Viterbo) che hanno ispirato le  imponenti figure in acciaio e cemento ricoperte di vetri, specchi e ceramiche colorate in un trionfo di creatività colorata e libera da costrizioni.

Nei colori intensi e vivacissimi e nella dilatazione delle forme richiama la solarità dei maestri del cromatismo, da Matisse a Picasso, da Kandinskij a Klee.

La costruzione del parco ha richiesto 17 anni e molti artisti famosi dell’arte contemporanea hanno collaborato alla sua realizzazione, alcuni solo per amicizia.
Alcuni nomi sono veramente importanti come Rico Weber, Sepp Imhof, Paul Wiedmer, Dok van Winsen, Pierre Marie ed Isabelle Le Jeune, Alan Davie, Marino Karella e altri.
L’archistar Mario Botta, in collaborazione con l’architetto grossetano Roberto Aureli, ha disegnato il maestoso padiglione di ingresso.

Terminato nell’estate del 1996, il Giardino dei Tarocchi è costato circa 10 miliardi di lire, interamente autofinanziati dall’autrice.
Nel 1997 Niki de Saint Phalle ha costituito la Fondazione Il Giardino dei Tarocchi per di conservare e manutenere l’opera. Il 15 maggio 1998 il Giardino dei Tarocchi è stato aperto al pubblico.

La critica e il mondo dell’arte sono stati unanimi nel riconoscere il Giardino dei Tarocchi come opera unica nel suo genere e di grande valore.
Ma il vero successo è lo stupore dei visitatori che restano affascinati dalla fantasia che esprimono le grandi sculture colorate del giardino.
Per volere di Niki de Saint Phalle non sono previste visite guidate in modo da lasciare a ogni visitatore la libertà di interpretazione delle sculture

Orari di apertura:
Dall’ 1 aprile al 15 ottobre, da lunedì alla domenica dalle 14:30 alle 19:30

(fonte foto: sito del Giardino dei Tarocchi

Per  saperne  di più  >>>