Eventi, cibo, esperienze per un indimenticabile viaggio in Italia

Museo della Pipa – Gavirate

Il Primo Museo Italiano della Pipa con più di 30.000 pezzi esposti

Museo della Pipa - Lombardia
Tutto l'anno Lombardia -Gavirate (Varese)  Hobby | Museo | Visita

TEMPORANEAMENTE CHIUSO

Il Museo della Pipa,  nato dalla passione
Il Museo della Pipa, conosciuto tra gli appassionati come il “ Primo Museo Italiano della Pipa”, si trova a Gavirate, in provincia di Varese. È stato creato verso la fine degli anni ’70 da Jean Marie Alberto Paronelli, che ha catalogato ed esposto i numerosi e pregevoli pezzi raccolti durante i suoi anni di attività commerciale e nei suoi frequenti viaggi all’estero. Paronelli è stato rivenditore, disegnatore e produttore di pipe a partire dal 1945 e ha creato un marchio di alta qualità tramandando la passione a figli e nipoti. La famiglia Paronelli è da tre generazioni proprietaria e curatrice del museo.

I pezzi in esposizione sono più di 30.000 e sono organizzati in 9 sale tematiche su due piani. Ne fanno parte migliaia di pipe di tutte le provenienze ma anche utensili, macchinari, porcellane, terrecotte, una ricca biblioteca. Tra le sale del museo una è dedicata alle pipe fatte a mano e un salone agli utensili con più di trenta macchinari per la produzione e la lavorazione delle pipe, tra cui quattro monumentali torni a pedale di oltre un secolo. 

Il museo è inoltre sede della Accadémie Internationale de la Pipe fondata da Paroncelli a Gavirate nel 1984, un organismo internazionale senza scopo di lucro che promuove iniziative editoriali, divulgative e consultive sul mondo della pipa.

Il fondatore.
Jean Marie Alberto Paronelli è il fondatore del museo e nasce a Gavirate nel 1914.
A 18 anni va a Londra dove impara l’arte della pipa e visita con assiduità i negozi di Burlington Arcade intrecciando relazioni con famosi collezionisti, i migliori artigiani e aristocratici fumatori. Diventa collezionista e consulente di altri appassionati. Lavora per il famoso commerciante Leonida Rossi e apre un ufficio a Milano per la vendita delle Pipe Rossi. Nel 1945  crea il marchio Paronelli e disegna e realizza i suoi primi modelli per il mercato inglese. Negli anni ‘70 con i suoi figli dà vita al Primo Museo Italiano della Pipa e fonda la rivista La Pipa. È stato rettore dell’ Accademia Italiana della Pipa e membro onorario di numerosi club. Nel suo museo si danno appuntamento ancora oggi appassionati da tutto il mondo. È stato anche grande appassionato di pittura e scultura.

La radica
Il materiale più nobile da cui si ricavano le pipe migliori è la radica, un rizoma che cresce nella radice di alcuni esemplari di Erica Arborea, arbusto tipico della macchia Mediterranea.
Quando la pianta raggiunge almeno 70 anni la radice viene cavata dal terreno durante l’inverno, con la pianta a riposo e quindi priva della linfa che renderebbe la fumata amara. Il rizoma, che ha le dimensioni di un grosso pallone, viene sezionato in singole placche, bollite per diverse ore e poi messe ad asciugare e stagionare. Questo processo può durare dai 2 ai 5 anni e i produttori più blasonati possono produrre pipe con radica dalla stagionatura di 70 anni e oltre, per ottenere una pipa buona fin dalle prime fumate.

Visite: il museo è visitabile su appuntamento.
Per informazioni e prenotazioni chiamare il numero
3407444130 

Foto dalla pagina Facebook del museo

Per  saperne  di più  >>>