Eventi, cibo, esperienze per un indimenticabile viaggio in Italia

L’Eredità delle Donne – Firenze

23-25 ottobre 2020. Festival dedicato al contributo della donna al progresso dell’umanità. Anche online

L'Eredità delle donne - Toscana
23 Ott 2020 - 25 Ott 2020 Toscana -Firenze  Arte/Cultura | Festival

Dal 23 al 25 ottobre 2020, Firenze ospita alla Manifattura Tabacchi la 3a edizione di LEredità delle Donne, il festival diretto da Serena Dandini pensato per ridare luce al ruolo avuto, nei secoli, dalle donne scienziate ed artiste, scrittrici e pioniere di tutti i campi del sapere, ma non sempre riconosciute al pari dei colleghi maschi.

E guardando non solo al passato, perché le sfide per le donne, oggi, sono ancora tante in tutto il mondo. Per la parità di genere, per i diritti di tutti, contro ogni discriminazione, per la salute dell’umanità e per quella del Pianeta

Per tre giorni Firenze diventa la città delle donne tra incontri, reading, visite guidate, anteprime e omaggi a personalità femminili di valore. Tutto nel nome di una fiorentina illustre: l’Elettrice Palatina, ovvero Anna Maria Luisa de’ Medici (1667-1743), vera musa ispiratrice del festival, la prima ‘Madre della Patria’ e Madre della Cultura Italiana ed europea ante litteram.

L'Eredità delle donne - Toscana
Anna Maria Luisa de’ Medici

Ultima del ramo granducale dei Medici, Anna Maria Luisa è la donna alla quale Firenze deve gran parte del proprio patrimonio culturale e artistico. Nel 1737, infatti, nella stesura della Convenzione con Francesco Stefano di Lorena, più nota come Patto di Famiglia, l’Elettrice Paladina, “cede, dà, e trasferisce a Sua Altezza Reale e ai suoi successori Gran Duchi, tutti i Mobili, Effetti e Rarità [..] come Gallerie, Quadri, Statue, Biblioteche, Gioie ed altre cose preziose”, ordinando di conservare all’interno della città di Firenze e dello Stato del Gran Ducato tutto il patrimonio artistico e culturale delle collezioni medicee “per ornamento dello Stato, e per utilità del Pubblico e per attirare la curiosità dei Forestieri”.

Grazie al suo generoso contributo, è stato possibile mantenere integro il patrimonio culturale e artistico della città di Firenze, facendone quello scrigno mondiale di tesori che oggi conosciamo. Proprio per questo è stata scelta come madrina d’eccezione per L’Eredità delle Donne.

Oggi scienziate, economiste, imprenditrici, politiche, scrittrici e artiste si confrontano per tre giorni a Firenze su quale sarà il mondo che le vedrà sempre più protagoniste. Sono ospiti, tra le altre, la direttrice del Cern Fabiola Gianotti, la virologa Ilaria Capua, la ministra Elena Bonetti, l’ingegnere biomedico direttrice del Centro di Ricerca “E. Piaggio” Arti Ahluwalia, e Annalisa Malara, l’anestesista di Lodi che per prima “pensò l’impossibile” diagnosticando il primo caso di Covid-19 su un paziente italiano.

L’obiettivo del festival è chiaro: dare voce alle donne e al loro punto di vista, nel tentativo di tracciare soluzioni per il futuro attraverso il ruolo da protagoniste che le donne hanno avuto e avranno nel progresso dell’umanità su tutti i fronti del sapere

In attesa del festival un’anteprima di quindici appuntamenti raccontano le novità editoriali dell’anno, di narrativa, saggistica, letteratura per ragazzi.

Il format è anche fruibile online sulla pagina Facebook L’Eredità delle Donnee su quella de La Nazione, media partner dell’ anteprima letteraria.

Foto dalla pagina Facebook dell’evento

Per  saperne  di più  >>>