Eventi, cibo, esperienze per un indimenticabile viaggio in Italia

Emilia Romagna – Il Territorio

Emilia Romagna - Google mapIn Emilia Romagna il territorio è in prevalenza pianeggiante, ma si estende anche a zone montuose e selvagge nell’Appennino, dove si trovano numerosi parchi naturali, habitat di diverse specie protette tra cui cervi, lupi, volpi e scoiattoli.
Queste zone verdeggianti, in particolare i percorsi dell’antica Via Francigena, si prestano a escursioni di trekking, mountainbike e itinerari a cavallo.
A Est il territorio digrada dolcemente verso il mare Adriatico, incontrando la foce del Po e formando lunghe spiagge sabbiose e dai fondali poco profondi. La Riviera Romagnola è da anni una meta balneare famosa. Rimini, Riccione, Cesentatico, Bellaria, Cervia sono nomi e tutte le località del litorale sono conosciute per la movimentata vita notturna e per la variegata offerta alberghiera (dalle pensioncine agli hotel di lusso). In molti ristoranti si può mangiare dell’ottimo pesce.
Interessanti da vedere le Saline e le Valli di Comacchio, grande zona umida tra le province di Ravenna e Ferrara. Consciute anche per avere come piatto tipico l’anguilla.

PARCHI NAZIONALI IN EMILIA ROMAGNA
I Parchi Nazionali d’Italia sono aree naturali di terra, mare, fiume o lago che contengono uno o più ecosistemi intatti o poco modificari. Per i loro valori naturalistici, scientifici, culturali, estetici, educativi sono aree protette dallo Stato per la loro conservazione. Attualmente i Parchi Nazionali d’Italia sono 25 e complessivamente coprono una superficie di oltre 1.500.000 ettari (15.000 km²), circa il 6% del territorio nazionale.

Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna
Appennino Tosco Emiliano


PARCHI REGIONALI IN EMILIA ROMAGNA

I parchi regionali italiani sono aree di terra, fiume, lago, tratti di mare prospicienti la costa, che hanno un valore ambientale e naturalistico e costituiscono un sistema omogeneo di natura dei luoghi, di valori paesaggistici, arte e tradizioni culturali delle popolazioni locali. I Parchi Regionali Italiani sono più di 150 e coprono una superficie di circa 1 milione e 500 000 ettari.

Parco fluviale regionale del Taro
Parco fluviale regionale dello Stirone
Parco naturale regionale dei Boschi di Carrega
Parco regionale dei Gessi Bolognesi e Calanchi dell’Abbadessa
Parco regionale dei Sassi di Roccamalatina
Parco regionale del Corno alle Scale
Parco regionale del Delta del Po
Parco regionale dell’Alto Appennino Modenese
Parco regionale della Vena del Gesso Romagnola
Parco regionale delle Valli del Cedra e del Parma
Parco regionale dell’Abbazia di Monteveglio
Parco regionale dei Laghi Suviana e Brasimone
Parco regionale storico di Monte Sole
Parco fluviale del Panaro (in via di costituzione)


RISERVE NATURALI STATALI IN EMILIA ROMAGNA
Chiamate anche Aree naturali protette o Oasi naturali, hanno lo scopo di mantenere l’equilibrio ambientale conservando e aumentando la biodiversità. Si tratta di aree naturali caratterizzate da paesaggi eterogenei e abitate da diverse specie di animali e vegetali. Sono destinate al rifugio, alla riproduzione e alla sosta della fauna selvatica. E’ proibita la caccia. Attualmente le Riserve Naturali italiane sono più di 145.

In provincia di Forlì-Cesena:
Riserva naturale Badia Prataglia (condivisa con la Toscana)
Riserva naturale Campigna
Riserva naturale Sasso Fratino

In provincia di Ferrara:
Riserva naturale Bassa dei Frassini – Balanzetta
Riserva naturale Bosco della Mesola
Riserva naturale Dune e isole della Sacca di Gorino
Riserva naturale Po di Volano
Riserva naturale Sacca di Bellocchio II

In provincia di Ravenna:
Riserva naturale Destra foce Fiume Reno
Riserva naturale Duna costiera di Porto Corsini
Riserva naturale Duna costiera ravennate e foce torrente Bevano
Riserva naturale Foce Fiume Reno
Riserva naturale Guadine Pradaccio
Riserva naturale Pineta di Ravenna
Riserva naturale Sacca di Bellocchio I
Riserva naturale Sacca di Bellocchio III
Riserva naturale Salina di Cervia


RISERVE DI BIOSFERA UNESCO IN EMILIA ROMAGNA

Sono aree di ecosistemi terrestri, costieri e marini in cui sono associati la conservazione dell’ecosistema e la sua biodiversità con l’utilizzo sostenibile delle risorse naturali a beneficio delle comunità locali. La rete mondiale di Riserve della Biosfera comprende 669 riserve in 120 paesi dei cinque continenti, di cui 16 in Italia.

Appennino Tosco-Emiliano
Parco del delta del Po


OASI WWF IN EMILIA ROMAGNA:
Le Oasi del WWF sono il primo sistema in Italia di aree protette gestito da un’associazione privata. Le attività del WWF nelle Oasi vanno dall’ecoturismo alle vacanze natura, ai programmi di educazione, formazione e informazione ambientale. Le Oasi del WWF in Italia sono più di 100, coprono più di 30 mila ettari di territorio in 18 Regioni  e ogni anno sono visitate da più di 500,000 persone

In provincia di Bologna:
Montovolo
Oasi Fluviale del Molino Grande

In provincia di Modena:
La Francesa
Prato-stagno di Sassoguidano

In altre province:
Ca’ Brigida (Rimini)
Dune Fossili di Massenzatica (Ferrara)
I Ghirardi (Parma)
Marmirolo (Reggio Emilia)


BANDIERE BLU IN EMILIA ROMAGNA
Riconoscimento internazionale riservato alle località turistiche balneari di mare o di lago che hanno una gestione sostenibile del territorio. È assegnato ogni anno dall’organizzazione non-governativa e no-profit “Foundation for Environmental Education” (FEE). Solo le località, le cui acque sono risultate eccellenti nella stagione precedente, possono presentare la candidatura. In Italia nel 2020 sono “Bandiera Blu” 195 Comuni e 407 spiagge.

In provincia di Ravenna:
Cervia – Milano Marittina/Pinarella
Ravenna – Casal Borsetti, lido di Dante, lido di Classe, lido di Savio, marina di Ravenna, punta marina Terme, lido Adriano, marina Romea, porto Corsini

In provincia di Rimini:
Bellaria Igea Marina
Cattolica – Acquario, via Fiume
Misano Adriatico – lido

In altre province:
Cesenatico – Zadina, Ponente, Levante [Valverde, Villamarina] (FC)
Comacchio – Lido di Volano/Nazioni/Scacchi/Pomposa/Garibaldi, Lido Estensi, Lido Spina (FE)


BANDIERE ARANCIONI IN EMILIA ROMAGNA
Marchio di qualità turistico-ambientale conferito dal Touring Club Italiano ai piccoli comuni dell’entroterra italiano (massimo 15.000 abitanti) che si distinguono per un’offerta di eccellenza e un’accoglienza di qualità. La Bandiera Arancione è stata assegnata, a oltre 200 comuni italiani.

In provincia di Forlì-Cesena:
Bagno di Romagna
Longiano
Monteleone
Portico e San Benedetto
Premilcuore

In provincia di Modena:
Castelvetro di Modena
Fanano
Fiumalbo
Sestola

In provincia di Piacenza:
Bobbio
Castell’Arquato
Vigoleno

In provincia di Parma:
Busseto
Fontanellato

In provincia di Ravenna:
Brisighella

In provincia di Rimini:
Montefiore Conca
Pennabilli
San Leo
Verucchio