Eventi, cibo, esperienze per un indimenticabile viaggio in Italia

Sotto il Cielo di Nut – Mostra a Milano

Fino al 30 gennaio 2022. Alla scoperta della spiritualità e dei rituali dell’antico Egitto

Mostra Sotto il Cielo di Nut Milano - Lombardia
07 Mag 2021 - 30 Gen 2022 Lombardia -Milano  Arte/Mostre/Musei | Cultura/Storia

APERTA quando la LOMBARDIA è in ZONA GIALLA

Orari di apertura, visitare il sito>>>
Prenotazione obbligatoria nei weekend sul sito>>>
Obbligo della mascherina e rispetto della distanza interpersonale di almeno 1 metro.

TOUR VIRTUALE disponibile>>>
_________

Dal 7 maggio 2021 al 30 gennaio 2022 il Museo Archeologico di Milano ospita la mostra Sotto il Cielo di Nut, oltre 150 opere alla scoperta della spiritualità dell’antico Egitto, uno degli aspetti più caratteristici e importanti della civiltà egiziana, tra la molteplicità degli dèi e delle loro forme.

L’affascinante percorso si articola in quattro sezioni: l’origine degli dèi e del cosmo, le forme degli dèi, la devozione e come diventare esseri divini.

Il mondo del divino in Egitto viene illustrato attraverso sculture in bronzo e in pietra, rilievi votivi, sarcofagi, mummie ed elementi del corredo funerario, tutti appartenenti alla collezione egizia del Museo Archeologico di Milano.
Tra i materiali espostia Sotto il cielo di Nut:
– il papiro dell’Amduat, un modello di scultura con testa femminile con copricapo di avvoltoio e una stele facente parte della collezione di Edda Bresciani,
– alcune riproduzioni degli splendidi disegni dell’egittologo Luigi Vassalli (1812-1877)
– e anche i fumetti creati dai partecipanti al Comics Contest.

NutAll’interno della mostra, l ’applicazione 3D interattiva Pervival accompagna i visitatori e attraverso oggetti e azioni sacre, permette loro di entrare in questo universo spirituale e assistere al rituale funerario dell’antico Egitto.

Ma chi era NUT?
Nella mitologia egiziana Nut era la dea del cielo e della nascita, in contrasto con la maggior parte di tante altre religioni che si solito hanno come origine una divinità maschile.

Ingresso a pagamento

Foto dalla pagina Facebook del museo

Per  saperne  di più  >>>