Eventi, cibo, esperienze per un indimenticabile viaggio in Italia

La Lachera – Rocca Grimalda

15-16 Febbraio 2020, un matrimonio da Carnevale in scena per le vie del borgo

La Lachera - Rocca Grimalda
15 Feb 2020 - 16 Feb 2020 Piemonte -Rocca Grimalda (AL)  Bambini | Carnevale | Folklore

Sabato 15 e domenica 16 Febbraio 2020 si svolge a Rocca Grimalda, in provincia di Alessandria, un Carnevale antico conosciuto come La Lachera.

L’evento ha un prgramma di due giornate e protagonista del Carnevale è la messa in scena di un corteo di matrimonio che si snoda per le vie del borgo.

Il Sabato è il giorno della questua. Nel pomeriggio la Lachera visita alcune cascine del territorio eseguendo danze propiziatorie e ricevendo offerte di vino e cibo. Intanto i bambini fanno la questua nel borgo. Quando alla sera il corteo rientra in paese, tutti raggiungono il belvedere dove si brucia il Carvà e si balla intorno al  fuoco.

La Domenica pomeriggio parte il corteo nuziale con personaggi che sono rimasti immutati nel tempo:
– i Lachè (servitori), danno il nome alla festa. Ballano saltellando vero la sposa, che però non riescono mai a raggiungere. Hanno copricapi infiorati e i loro vestiti colorati danno alla danza vivacità e allegria.
– quattro Trapulin, sorta di arlecchini che accompagnano le danze con lo schioccare di fruste. Avanzano ai lati del Corteo. Hanno un aspetto ridicolo: indossano costumi di pezze colorate e fiorate, sonagli alla vita e ricchi copricapi floreali; sono gli unici ad indossare maschere “baffute”  Sono considerati i “custodi” della tradizione
– due Zuavi, armati di spade, accompagnati da Ballerine con funzioni di damigelle. Scortano gli sposi e la loro presenza di “Spadaccini”, lega la Lachera alle danze armate o “danze delle spade” che sopravvivono ancora oggi in Europa e in altri centri del Piemonte.
– il Guerriero, vestito di nero e armato di spada. Arriva sempre alla fine del corteo e talvolta cerca di catturare la sposa, ma viene respinto dagli Zuavi.
– un ambiguo Bebè vestito di rosso-viola con orecchie e corna di capra, parodia e versione comica del diavolo. Disturba i danzatori, insidia le ragazze e porta una borsa di pizzo con monete antiche, (la corruzione? l’avarizia?) e un “bamboccio”
Mulattieri e Campagnole formano il corteo popolare al seguito degli Sposi. I Mulattieri comparivano anche nelle rappresentazioni più antiche della Lachera e secondo la tradizione sono legati alla presenza a Rocca Grimalda di numerosi “Caratei”: conduttori di carri trainati da muli utilizzati per il trasporto di vini. Le Campagnole sono un inserimento più recente
– gli Sposi, al centro della manifestazione, sono personaggi che compaiono spesso nei riti propiziatori di primavera. Un tempo la parte della Sposa era sostenuta da un uomo, come nella tradizione del teatro popolare e come tipico di molti Carnevali dove si gioca con l’inversione dei  ruoli.

Durante l’anno i costumi della Lachera sono conservati nel Museo della Maschera di Rocca Grimalda, visitabile su prenotazione.

In passato la Lachera è anche stata invitata ed è andata in trasferta, ma vedere la Lachera nel borgo originario è una esperienza del tutto originale.

Segnalato da Giorgio Perfumo
Per informazioni su La Lachera mandare una mail >>>

Passi qualche giorno in Piemonte? Vuoi sapere i cibi, i vini e i piatti tipici?  Segui il link >>>

Vai al sito La Lachera – Rocca Grimalda