Eventi, cibo, esperienze per un indimenticabile viaggio in Italia

Sagra della Pera Volpina e del Formaggio Stagionato – Brisighella

15 novembre 2020. Stand gastronomici, musica e bancarelle di prodotti tipici

Sagra della Pera Volpina e del Formaggio Stagionato - Emilia Romagna
15 Nov 2020 Emilia-Romagna -Brisighella (Ravenna)  Cibo/Vino | Fiera/Mercato

Domenica 15 novembre 2020 torna a Brisighella, magnifico borgo medievale nella vallata del fiume Lamone, sulle colline di Faenza in provincia di Ravenna, l’appuntamento con la Sagra della Pera Volpina e del Formaggio Stagionato, un evento di grande allegria con stand gastronomici, musica e bancarelle di prodotti tipici.

Sagra della Pera Volpina e del Formaggio Stagionato - Emilia RomagnaChe cosa è la pera volpina?
La pera volpina, piccola, tonda e dura, è un frutto tipico della Valle del Lamone. Si tratta di un frutto antico, presente da sempre nella tradizione contadina italiana.
L’origine dell’albero non è nota, ma in passato ha avuto un’elevata diffusione in Romagna e in Umbria. La crescita è spontanea, e dà un frutto di piccola pezzatura, (80-100 grammi), con buccia ruvida rugginosa, fondo verde chiaro e spessore medio. La polpa è bianco-verdastra, granulosa e soda. Il frutto è poco calorico ma ricco di vitamine.
La pera volpina è un prodotto Arca del Gusto di Slow Food.

Curiosità
La pera volpina ha rappresentato un importante sostentamento per le popolazioni montane; ma anche le volpi ne andavano matte, da qui il bizzarro nome. Si trova spesso sull’Appennino centrale e settentrionale.

Come si mangia
La pera volpina si  mangia cruda soltanto dopo l’ammezzimento, cioè colta molto matura (in autunno), e occorre far continuare la maturazione mettendola nella paglia o lasciandola essiccare al sole.
Nella maggior parte dei casi, la pera volpina è cotta –  intera e con la buccia – in acqua o, meglio ancora, nel vino Sangiovese o comunque in un buon vino rosso. Si aggiungono zucchero, cannella, qualche foglia di alloro, un pizzico di sale grosso e chiodi di garofano, per esaltarne il gusto e il profumo.
Molti amano affiancarla alle castagne e ai marroni.
È anche utilizzata, ma più di rado, per la preparazione della confettura.

Alla sagra c’è anche…
Oltre alla pera volpina alla Sagra di Brisighella si trovano altri prodotti tipici abbastanza rari come la patata locale nota come la patata bianca di Torre Cavina, il fagiolo nero e il tipico formaggio pecorino, da consumare ancheseguendo antiche usanze. Una delle più diffuse è quella che prevede una concia con foglie di felci e di noci per renderlo più appetitoso.

Foto dall’archivio foto della pagina Facebook di Brisighella

Arca del Gusto
Arca del Gusto è una iniziativa della Fondazione Slow Food. Ha lo scopo di far conoscere animali e prodotti che appartengono alla cultura, alla storia e alle tradizioni dell’umanità, e di denunciarne il rischio di estinzione a causa della erosione globale della biodiversità. I prodotti Arca del Gusto possono essere segnalati da chiunque e in Italia sono già più di 650

Ti interessa conoscere gli altri prodotti tutelati da Slow Food in Emilia Romagna? Segui il link >>>