Eventi, cibo, esperienze per un indimenticabile viaggio in Italia

Casa Deriu – Bosa

Una casa-museo nel centro storico del borgo di Bosa, 50 km a sud di Alghero.

Casa Deriu - Bosa
Tutto l'anno Sardegna -Bosa (Oristano)  Cultura-Storia | Mostre-Musei-Visite

Casa Deriu è una casa-museo nel centro storico di Bosa, 50 km a sud di Alghero.
L’edificio si trova in Corso Vittorio Emanuele II – detto comunemente “il Corso” – e considerato il “salotto buono” perchè abitato dalle famiglie benestanti della cittadina sarda,

I tre piani dell’edificio sono stati strutturati per offrire uno spaccato della storia bosana.

Al primo piano sono ospitate mostre temporanee legate all’artigianato locale come il filet, la filigrana, i cesti in asfodelo sono ospitate al primo piano.

Al secondo piano, il “piano nobile”, si può vedere un appartamento signorile di fine ‘800, perfettamente conservato con i suoi arredi e decorazioni originari.
Il parquet intarsiato del salotto è in legno di olivastro e ciliegio. Tra gli arredi di pregio un pianoforte, e un bel lampadario in stile Art Nouveau,
Interessante il pavimento della camera da letto, in maioliche di Vietri, dipinte a mano.

Il terzo piano di Casa Deriu ospita una esposizione permanente dell’artista bosano Melkiorre Melis (Bosa 1889-Roma1982). Nel corso della sua lunga vita, Melkiorre Melis si è dedicato non solo alla pittura, ma anche alla grafica pubblicitaria, alla creazione di ceramiche e alla promozione dell’arte come strumento di riscatto della cultura sarda.
Nel 1909 si trasferisce a Roma e negli anni ’30 diventa uno degli artisti che realizzano cartoline, francobolli e manifesti per sostenere e celebrare il fascismo e le sue imprese, soprattutto quelle coloniali.
Negli ultimi anni della sua vita i ricordi della sua infanzia a Bosa tornano ad essere i protagonisti delle sue opere.

Inlcuso nel biglietto anche l’ingresso alla Galleria Atza, che si trova proprio di fronte a Casa Deriu. E’ una pinacoteca che raccoglie permamentemente le opere del pittore Antonio Atza, nato a Bauladu nel 1928 e morto a Bosa nel 2009 donando le sue opere al borgo dove aveva vissuto tanti anni della sua vita,


INFORMAZIONI UTILI
Aperto dal Martedì alla Domenica con orari differenti per estate e inverno
Chiuso il Lunedì
Ingresso a pagamento>>>
Gratuito per bambini sotto i 5 anni
Ingressi a gruppi al massimo di 5 persone
Per informazioni seguire il link>>>
o telefonare a +39 328 8789521
Obbligatori il GREEN PASS e la MASCHERINA
NOTA – il biglietto cumulativo permette di visitare anche il Museo delle Conce

fonte foto: pagina facebook di Casa Deriu- fotografia di Ilaria Zoppi


BOSA
La cittadina di Bosa è classificata come uno dei Borghi più belli d’Italia e ha alcune caratteristiche che la rendono particolare anche in Sardegna.
E’ attraversata dall’unico fiume navigabile della regione e. grazie alla presenza dell’acqua, Bosa era diventata un importante centro di lavorazione della pelle nelle cosiddette “Conce” che si trovano sulla sponda del fiume opposta alla città.

L’altra particolarità è la divisione della Bosa storica in “Sa Piatta”, accanto al fiume, e “Sa Costa” un agglomerato di piccole case popolari costruite nella roccia sulle pendici della collina su cui domina il Castello Malaspina. Le case di Sa Costa sono per lo più colorate con tinte vivaci, tanto che oggi Bosa è anche definita “città dai mille colori”

Bosa - Sa Costa e il Castello


SEI IN SARDEGNA?

Guarda cosa altro puoi fare o vedere in Sardegna>>>

E approfitta dell’occasione per assaggiare e gustare i piatti tipici>>> e i vini del territorio>>>

Per  saperne  di più  >>>